Franceschini: fosse una sorpresa?

Pensavo tutto il peggio di Franceschini, mentre devo riconoscergli che si sta muovendo bene, magari sarà solo per confronto e contrasto con Veltroni, che è stato talmente disastroso che chiunque altro avrebbe fatto meglio.

Certo è che a differenza del precedente, questo segretario di partito ha il dono – in politica è un dono – che  quando prende a morsi non molla l’osso, in questo ha una cattiveria molto da Prodi; ha esordito chiedendo il sussidio di disoccupazione per i precari, dopo che Berlusconi ha detto di no ha detto che questo no Berlusconi lo deve venire a dire in Parlamento, proprio rompendo l’incantesimo che vede in Italia un monarca che può dire quello che vuole dove vuole, sottraendosi al confronto, un incantesimo che aveva stregato tutti, anche l’opposizione.

Insieme a questo ha rimesso in moto le voci plurali del partito, lasciandoli liberi di fare e di dire, senza che questo venisse vissuto come un vulnus alla sua augusta persona. Così Ignazio Marino può sbertucciare la proposta Calabrò sul fine vita (che è infatti cambiata almeno in certi aspetti) e Fassino ripete e carica a testa bassa sulla proposta del sussidio, mettendo in difficoltà Dini e Urso.

Franceschini, a vederlo, dà proprio l’idea di uno cresciuto all’oratorio dei preti, da cui credo abbia sviluppato la dovuta cattiveria sul campo di gioco e che spero continui a mostrare: di temi su cui mostrarla c’è l’imbarazzo della scelta. Non ha avuto una storia politica strabiliante (era uno di quelli contrari al Partito Democratico) ma rispetto a quello che c’era prima è molto possibile che sia un grande passo in avanti.

Advertisements

Pubblicato il 5 marzo 2009, in Fatti nostri con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. marcoboccaccio

    cattiveria emiliana versus buonismo romanesco?

  2. Aggiungici il fatto che Franceschini è il primo leader del csx (tolto D’Alema) che si sta faticosamente emancipando dall’ingombrande padrinato del gruppo editoriale L’Espresso. E infatti Repubblica non perde occasione per attaccarlo.

    Il fatto che la sinistra italiana abbia cominciato a non farsi più guidare dalla grande stampa (e quindi da chi ci sta dietro) mi pare la cosa più positiva di queste ultime settimane.

  3. @marcoboccaccio: non credo che Veltroni abbia niente del bonaccione romano, perchè almeno i romani non sono fessi.
    @Titollo: considerando sopratutto che il nostro futuro, secondo il gruppo l’Espresso, non poteva che passare per Soru, che è invece giusto ieri stato liquidato anche in malo modo da Curzio Maltese sempre su Repubblica.

  4. marcoboccaccio

    ma io non ho scritto “bonaccione”, ho scritto “buonismo”, che (almeno come lo intendo io) è una più esasperata (e un po’ fessa) forma di cattiveria: niente a che vedere con la fessaggine. e l’associazione all’essere romanesco è solo occasionale: insomma, una battuta, non un giudizio sui romani o sugli emiliani, ci mancherebbe (ma perché ultimamente passo spesso per uno che denigra su base etnica? ci devo pensare, si vede che sotto sotto dev’essere vero!). caso mai un giudizio sulla stoltezza di veltroni.

  5. marcoboccaccio

    (mi è scappata una parola: volevo scrivere “niente a che vedere con la fessaggine dei romani”.)

  6. io credo che la vera sorprese sia trovare un blog come questo.
    Un po’ un fiore, dopo tante brutture.

    Hybris

  7. @marcoboccaccio: allora siamo d’accordo :)
    @Hybris75: grazie :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: