Tra Boston e New York

A Boston i gruppi etnici sono diversi in proporzione (più orientali e molti meno ispanici), gli asiatici sono in genere studenti di prima generazione e quindi relativamente integrati, l’atteggiamento verso il turista e comunque il non-bostoniano è di un certo qual voler mantenere le distanze, a cominciare dall’accento e dal fatto che non fanno nessun particolare sforzo per capirti o farsi capire. Sono tendenzialmente più magri, è difficile vedere in città delle montagne di carne.

I newyorchesi sono molto espansivi, pronti ad abbracciare il turista e ad integrarlo, mi ha colpito all’arrivo il tono amichevole del portiere d’albergo che quando ha visto che ero italiano si è messo a parlare in italiano, ma anche di più il fatto che io gli rispondessi in inglese. A New York non mi è mai pesato parlare in inglese e non mi è mai sembrato di usare una lingua non mia, mentre a Boston avvertivo molto la distanza. A New York trovi tutti i gruppi etnici e tutte le gradazioni ed intrecci, sull’ascensore in albergo oltre a me c’erano una di Seattle, uno di Washington, due olandesi e una tedesca. New York è una città piuttosto puzzolente, con delle strade non troppo pulite e spesso dei marciapiedi malridotti, una metropolitana immensa che è una città sotterranea, ma sudicia, molto rumorosa e a volte con spazi angusti. Central Park è immenso, ma manca di quel tocco di classe dei parchi di Boston. Il panorama varia molto, si passa dalle casette di due piani con tanto di scala anti-incendio ai grattacieli di cinquanta piani nell’arco di poche centinaia di metri. A New York ci sono tre gruppi che vedi in giro: gli operai edili, spesso ispanici, un certo numero di lavoratori al contatto con il pubblico (commessi e simili) e chi lavora nella finanza. Capisci molto del reddito di una persona da quanto è grassa: chi ha meno soldi mangia schifezze ed ingrassa in modo estremo, i nuovi ricchi sono ancora grassi e i ricchi da più generazioni sono attenti alla linea, magari faranno la liposuzione ma hanno una certa cura nel come si vestono e si portano.

Voglio tornarciiiiiiiiiiiiiiii.

Annunci

Pubblicato il 3 maggio 2009, in viaggi con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. E invece, giusto per essere cattivi, sei proprio qui e ci starai! ;-P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: