E’ arrivata la crisi

Oggi ho nuovamente contattato una piccola azienda per conto della quale ho fatto un lavoro ad Aprile, per chiedere di essere pagato.

La situazione che mi hanno prospettato è molto semplice: non c’è una lira. Non hanno soldi per pagare le bollette, non pagano alcuni stipendi, sperano che il loro unico cliente (un conglomerato che opera nel settore difesa ed aeronautica, ovvero un posto dove circolano più soldi di quelli che ci si possa immaginare, anche immaginandosene tanti) gli anticipi alcune fatture.

Per ora non posso che far pippa, visto che alzare la voce non serve a niente, mettere tutto in mano ad un avvocato significa arrivare ad una transazione in cui recupero se mi dice bene la metà del dovuto. Aspetto un po’ e vedo cosa succede.

Era una azienda non grande ma solida, perchè il proprietario aveva tutta una rete di contatti e di conoscenze che gli procuravano contratti molto robusti. Ma è arrivata la crisi, e se le grandi aziende hanno retto in prima istanza, ora scaricano sulle piccole aziende loro fornitrici. A dispetto di quello che dice l’illustrissimo ed intelligentissimo signor ministro dell’Economia, è cominciata la strage dei piccoli.

Annunci

Pubblicato il 9 settembre 2009, in Fatti nostri con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Ne so qualcosa, più del lavoro che scarseggia è la mancanza di certezza dei pagamenti a preoccuparmi e le banche ci mettono due minuti a rifiutarti un fido anche se fino a quel momento non ci sono stati problemi. Si tiene duro ma a volte ho l’impressione di navigare a vista.

  2. no, per quanto mi riguarda scarseggia anche il lavoro…

  3. io continuo a pensare di avere avuto un gran culo
    sono stato sbattuto fuori (mi dispiace ma non posso rinnovarti l’incarico, ma la sostanza è quella) a dicembre – quindi a natale sapevo già che quest’anno non avrei avuto una lira – al livello che devo anche fare attenzione a non comprare due confezioni di detersivo contemporaneamente

    questo mi ha permesso di evitare passi troppo lunghi della gamba, o anche solo spese che avrei fatto (e volentieri, visto che rimandavo da anni) e che alla fine si sarebbero tradotte in un “cuscinetto” troppo ridotto per tirare a campare (visto che per i lavori come i nostri gli ammortizzatori sociali non esisteranno mai)

    il mio ex capo nel frattempo ha chiuso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: