Macbeth

Bello, anzi splendido allestimento della tragedia di Shakespeare, al Teatro Quirino di Roma, fino al 13 Dicembre, con e regia di Gabriele Lavia. L’uomo costretto al potere, perchè condannato dal destino e dal desiderio di potere della moglie, che si riduce ad una marionetta quando assurge al trono d’Inghilterra. La scia di sangue che chiama il sangue, l’uomo ridotto ad essere un attore che non è adatto alla parte, con un dramma attualizzato dalle uniformi indossate dall’esercito, che ricordano quelle tedesche della Seconda Guerra Mondiale, ma il tutto con una grande intelligenza scenica e un rispetto per l’opera del Bardo (ricordo ancora lo scempio del Sogno di Una Notte di Mezza Estate fatto da Albertazzi).

Annunci

Pubblicato il 6 dicembre 2009, in recensioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: