Booking.com: una garanzia che non garantisce

Booking.com è un sito di prenotazioni alberghiere. Il suo punto di forza è la garanzia del prezzo migliore garantito: se prenoti e scopri che l’albergo pratica una tariffa più bassa, ottieni l’adeguamento ovvero ti rimborsano la differenza (a seconda che sia una prenotazione senza addebito o con addebito).

Messa così è una cosa strafiga, puoi scegliere tra moltissimi alberghi e senza preoccuparti del prezzo. La realtà è che tutto questo è soggetto ad una semplice ma assai astuta condizione: non devono passare più di 24 ore tra la prenotazione e il tuo reclamo per il sovrapprezzo pagato.

Di suo sarebbe anche una norma ragionevole, visto che gli alberghi possono variare il prezzo delle camere (anche se mi viene difficile pensare ad un caso in cui il prezzo si abbassi mentre ci si avvicina alla data della prenotazione). In realtà è un trucco di Booking.com per gestire il caso in cui il prezzo sia più basso, e quindi la differenza sia dovuta.

Booking.com infatti si prende 48 ore dalla tua segnalazione per valutarla, ed è evidente che non ci vogliono 48 ore per andare sul sito di un albergo e leggere il costo della camera: ma ce ne vogliono 48 per mettersi d’accordo con l’albergatore.

Di questo me ne sono reso conto a Novembre, quando l’albergo di Londra costava circa 5 euro in meno (perchè ero andato su Booking.com? Perchè quell’albergo non aveva il traffico HTTP cifrato, e dare il numero di carta di credito in chiaro non mi pare proprio il caso). Così, scrissi a Booking.com e la risposta, dopo due giorni fu: il prezzo dell’albergo è lo stesso praticato da noi. Ed era vero, perchè qualcuno aveva aggiornato il sito dell’albergo (e intendo aggiornato manualmente, perchè era un sito statico).

Ok, posso pure crederci o quantomeno dare il beneficio del dubbio. Ci ho creduto però molto di meno quando, per l’albergo di Amsterdam (in cui andrò a fine Giugno per qualche giorno) la differenza era di quasi 15 euro al giorno. Quando me ne sono accorto ho subito scritto a Booking.com per chiedere che attuassero la garanzia del miglior prezzo, e la risposta è stata che erano passate più di 48 ore dalla prenotazione, quindi non avevo alcun diritto alla garanzia miglior prezzo. In questo caso il prezzo della stanza è rimasto fisso, anche oggi è ancora quello di qualche giorno fa quando me ne sono accorto, Booking.com ha solo trovato una scusa per invalidare la garanzia che a me, più che il loro fiore all’occhiello,  sembra solo uno specchietto per le allodole.

Così mi sono detto che non andava, e ho cancellato la prenotazione, facendola con un altro albergo (anche quello voleva il numero di carta di credito con traffico in chiaro, e il fax non risponde). Poco ma sicuro, ricorrerò di nuovo a Booking.com solo se il prezzo si rivelerà più basso di quello presente sul sito dell’albergo ovvero, nella mia esperienza: mai.

Advertisements

Pubblicato il 4 maggio 2010, in Fatti nostri con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. che stronzi…grazie per la segnalazione! :)

    ma la vera domanda è: dove alloggi ad Amsterdam? :D consigliami, che prima o poi vorrei andarci

    • Spero che il mio SMS ti sia arrivato. Saprò dirti sulla qualità dell’alloggio solo dopo averlo provato. Per ora l’unica cosa che so è che gli alberghi olandesi sono molto cari.

  2. bah, io con booking mi son sempre trovato abbastanza bene…

  3. Sono del settore (e ho anche rapporti professionali con Booking.com). Internet ha cambiato radicalmente il concetto di prezzi e prenotazioni. Non esistono ormai più prezzi dichiarati minimi e massimi per gli alberghi, le categorie alberghiere e i relativi servizi differenziati non hanno più niente a che vedere con quanto effettivamente offerto. Le tariffe e le condizioni possono essere aggiornate, cioè cambiate, anche tutti i giorni e anche più volte al giorno dagli operatori (alberghi e tour operator on line).
    L’unico criterio che ormai si è imposto è quello per cui in un preciso momento appare in rete un prezzo e un servizio; all’atto dell’acquisto on line il cliente accetta le condizioni ed il prezzo valido nel momento della prenotazione. In seguito, nel caso dell’esistenza di migliori condizioni e prezzi per lo stesso prodotto, il cliente non ha alcun diritto di pretendere che vengano applicate anche a lui.
    Piccola nota personale: lavoro nel settore del turismo da ventitré anni ma parto sempre in vacanza senza nessuna prenotazione alberghiera. Paura di brutte sorprese?
    Buon viaggio

    • Il punto è che quell’albergo in cui sarei voluto andare, e che avevo prenotato con Booking.com, continua, anche ora ed adesso, a fare lo stesso prezzo – fisso, è una pagina statica, non stiamo a parlare di reservation systems – più basso di quello di booking.com. Quindi, anche se l’interpretazione stringente della garanzia è quella che dici tu e che io non ho messo in discussione, la sostanza rimane tutta.

      Sul non prenotare, boh, io sono un po’ ossessivo-compulsivo e quindi devo avere tutto organizzato per tempo :)

  4. ho risparmiato 50 euro netti prenotando per 4 notti su hotel.com anzichè da booking.com.. stesso risparmio ottenuto da expedia.

  5. bè ma non è vero …..io sono riuscita a prenotare un albergo che sul sito costa 3000 euro su booking pago 1300.
    io ho sempre trovato prezzi se non inferiori almeno uguali.
    il prezzo che booking propone dipende dal contratto stipulato tra albergatore e sito.
    credo che se per esempio su un altro sito come booking ( es. hotel.com) trovi un prezzo piu basso booking te lo cambi ma non se lo trovi sul sito dell’hotel. ben da notare che quasi sempre sui siti dell’hotel paghi al momento della prenotazione mentre in booking il piu delle volte no.

  6. La prossima che ti accorgi del prezzo più basso sul sito di un albergo, fai il print screen con visibilità di data e ora. Così loro “verificano”, ma intanto tu hai le prove. Pensi possa funzionare?

  7. Guardate che proprio ora anche a me sta succedendo la stessa cosa, con ben 25 euro di differenza. Pur avendo mandato il link, a loro non risultava chissà per quale motivo. Mi hanno richiesto lo screen e gliel’ho fatto, stesse condizioni e tutto, eppure non è servito a niente. Se ne sono usciti che la mia prenotazione non è rimborsabile/ modificabile al contrario di quella sull’altro sito di alberghi. Non è vero! Gli ho appena risposto con un altro screen in cui ben appare che anche lì la prenotazione non è rimborsabile e modificabile. Ora voglio vedere che scusa si inventano! Prossima volta col cavolo che uso Booking.com. Sono scorretti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: