Cosa avrà voluto dire?

Sabato, animato dal desiderio di fare una scorpacciata di musei contando sulla loro apertura gratuita, ho avuto la pessima idea di credere a quello che c’era scritto sul sito del Ministero dei Beni Culturali e cioè che alcuni musei aprivano gratuitamente l’intera giornata e non solo la sera.

Così, di pomeriggio sono arrivato ad un museo del centro di Roma, e il dialogo con la ragazza della cassa è stato circa questo: “Buonasera” – “Buonasera”,  (osservando che non c’era nessuno) “Certo, tutta questa grande fatica (intendendo per l’apertura straordinaria) e poi è stato tutto rovinato dal maltempo”, “Già. Mi vuole dare l’ombrello?”, “Beh sì, se potessi metterlo da qualche parte…”, “Ecco, guardi, lo metta qui dentro, aspetti le dò una mano”, “Ma si figuri, così si bagna, faccio da solo! Per l’entrata vado di qui?”, “Sì…ma aspetti…ha il biglietto?”, “Come il biglietto?” “Sì, l’ingresso gratuito è solo per stasera”.

Ora, cara ragazza della cassa, mi pregio di farti notare alcune cose:

  1. Per quanto ti possa sembrare insolito, io non emetto frasi costruite del tutto a caso, anzi spesso ad un significante c’è associato un significato. Se io ti dico che avete fatto una grande fatica e poi è tutto rovinato dal maltempo, forse intendevo che c’era poca gente per quella pensavo fosse un’apertura gratuita;
  2. Io ho ripensato, con orrore, alla simbologia del: mi dia il suo ombrello, è bagnato, aspetti lo mettiamo qui, le dò una mano ad inserirlo;
  3. In genere, quando vado in un museo, prima faccio il biglietto e poi entro: se non l’ho fatto è perché pensavo che l’ingresso fosse gratuito, non perchè ti volevo sedurre fin da subito;
  4. In generale, permettimi il consiglio: se vedi un uomo che è gentile, educato, sensibile, che ama la cultura, per cui almeno in questo proprio non sembra eterosessuale: non lo è.
Annunci

Pubblicato il 18 maggio 2010, in Fatti miei con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Nun ce provà, abbello. Carta canta, e si legge chiaramente che quello che ha detto “Beh sì, se potessi metterlo da qualche parte…” sei stato tu.

  2. nulla oltre ciò che ha detto, la tua malizia si è riflessa nelle sue parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: