I moderni ateniesi

Due persone che ho conosciuto in Grecia mi sono rimaste molto impresse. Sono entrambi residenti ad Atene, circa miei coetanei, e come li ho conosciuti agli estremi opposti della mia vacanza (uno il primo giorno e uno l’ultimo) così sono due persone diverse tra di loro.

P., è un tipico maschiotto dai tratti virili, con un modo di fare anche energico, un tono di voce basso, che a tratti potrebbe sembrare più un tedesco che un greco, tanto è assertivo nei suoi atteggiamenti. Y. è un ragazzone dai tratti gentili, di una grande dolcezza d’animo e una emotività che esce sempre fuori e ti incanta con il suo sorriso da ragazzo.

P. ha preso la mappa di Atene che avevo e ci ha scritto sopra qualche indicazione, mentre Y. mi ha scarrozzato per Atene in piena notte, per farmi vedere qualche posto particolare; siamo così arrivati ad una delle colline che circondano il nucleo della città, una volta usata come miniera. E’ stato un bellissimo modo di accommiatarsi da Atene, con un’esperienza semplice e che è bella nella sua unicità.

Tutti e due mi hanno invitato a passare la prossima estate con loro, almeno qualche giorno; e credo che se in parte sia stata una di quelle cose che un po’ si dicono in questi brevi flirt estivi, dall’altro hanno anche colto nei miei gesti la passione per la loro cultura e la loro terra; così che quando ero con Y. ad un bar e abbiamo ordinato una birra e l’ouzo, il cameriere che li ha portati ha pensato che l’ouzo fosse per il greco e non per l’italiano.

Sono anche due persone intelligenti, e non solo per l’inglese che parlano, ma anche per la capacità che hanno mostrato di vedere le gravi vicende finanziarie del loro paese da fuori.

Certo che questo viaggio ha contribuito a radicare ulteriomente in me l’idea di essere un europeo, che può quindi sentirsi non a casa sua, ma nemmeno in terra straniera, anche in un paese in cui si parla e si scrive una lingua diversa financo nei caratteri dell’alfabeto.

Non voglio dire che tutti gli ateniesi siano così, però è molto bello poter trovare delle connessioni così intense, e su più livelli; e se non è anche questo un motivo per fare un viaggio!

Annunci

Pubblicato il 19 agosto 2010, in viaggi con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: