Melanconia

Oggi è stato il primo giorno di lavoro dopo le ferie. Non ho fatto nulla, e credo che rimarrò in questo limbo per tutta la settimana, visto che il mio diretto superiore manca e non ci sono urgenze portate appresso; in queste due settimane abbondanti di pausa ho ricevuto solo due mail sulla casella di posta aziendale, ed entrambe di pubblicità, fa un effetto un po’ strano visto che quando facevo il sistemista me ne trovavo assai di più (un collega ne ha trovate 550, tra notifiche e contro-notifiche automatiche).

Non che questo limbo in cui sto mi faccia bene, rende solo più forte la nostalgia per i luoghi e il viaggio. Chiudo gli occhi, e ritorno alle immagini più belle, quelle che si scolpiscono dentro. I viaggi più belli sono quelli in cui non sai mai cosa ti porterai indietro, e a volte si tratta di un pezzo di te.

Advertisements

Pubblicato il 24 agosto 2010 su Fatti miei. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. “I viaggi più belli sono quelli in cui non sai mai cosa ti porterai indietro, e a volte si tratta di un pezzo di te”

    Standing ovation, Paolo!

    PS. Questa frase la scriviamo negli inviti del matrimonio? ehehehe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: