Poste Italiane, Play.com e Royal Mail

Prima dell’arrivo di Amazon.it (e forse anche dopo, per i motivi che spiegherò) il mio fornitore di fiducia di libri e DVD è stato (e appunto sarà) play.com. I prezzi che praticano sono molto buoni già di loro, e diventano ottimi considerando che la spedizione è compresa nel prezzo, una differenza di prezzo sufficiente a far sì che io abbia sempre comprato da loro, salvo rare eccezioni da amazon.co.uk e un caso da amazon.de (che fu un’esperienza, vista la mia non conoscenza del tedesco).

Comunque, circa a fine Agosto ho acquistato un cofanetto di DVD da regalare ad un mio amico, ma passato un mese buono non l’ho ricevuto. So che, purtroppo, i tempi di spedizione sono lunghi (cioè, loro parlano di 3-5 giorni, ma per spedizioni in UK, non in questa punta avanzata del Nord Africa usualmente chiamata Italia dove ce ne vogliono sempre almeno 15 ma in genere 20) così li ho contattati ad inizio Ottobre.

Come era già successo in passato (per un DVD di Ghostbusters) hanno provveduto a spedirmi nuovamente il cofanetto, e stavamo alla metà di Ottobre, senza chiedermi nessun chiarimento e spiegazione.

Quel cofanetto è stato ricevuto nei giorni passati, cioè c’ha messo circa due mesi per arrivare.

In realtà, non c’ha messo due mesi, ma è stato probabilmente dimenticato nell’ufficio delle consegne che serve la mia zona, perché quando non l’ho visto arrivare, ho nuovamente allertato play.com, che mi ha chiesto di spedire loro una dichiarazione scritta di non ricezione della merce, in modo tale che loro potessero spicciarsela con la Royal Mail (evidentemente incolpevole, ma vallo tu a spiegare agli inglesi che cosa sono le Poste Italiane: no, sul serio, prova a tradurre in inglese “raccomandata con ricevuta di ritorno”).

Io avevo comunque espresso un reclamo scritto con l’ufficio postale di zona, ed è stato evidentemente questo reclamo che ha sortito l’effetto, qualche postino è andato a cercare tra la posta da consegnare e s’è dato da fare.

Ovviamente, del primo cofanetto (quello spedito ad inizio Settembre) s’è persa ogni traccia, perché evidentemente qualche dipendente di Poste Italiane l’avrà trovato interessante, dovranno pure arrotondare gli stipendi: è significativo che, in anni di spedizioni da parte di play.com, i libri siano sempre arrivati, e i DVD no. Per forza, sulla spedizione dei libri c’è scritto “Books”, mentre su quella dei DVD c’è scritto “DVD”, che ti pare che possano suscitare lo stesso interesse? Il DVD almeno te lo vedi a casa tua, e il mio augurio, caro dipendente di Poste, è che il risparmio che hai avuto tu debba reinvestirlo tutto in medicine.

A conferma di questo, la consegna è avvenuta con il primo o secondo giro utile di postino (il postino non consegna la posta ogni giorno ma ogni tanto, ovvero si va da una volta a settimana ad una volta ogni due, dipende un po’ dalle congiunzioni astrali e dal buco dell’ozono), quindi appena hanno ricevuto il reclamo si sono preoccupati di risolvere il problema.

Quindi, play.com ha guadagnato e continua a guadagnare la mia fiducia (ma d’ora in avanti mi farò spedire tutto alla portineria dell’azienda in cui lavoro), mentre le Poste Italiane hanno dimostrato nuovamente cosa sono.

La cosa mi fa rabbia non solo per me, si tratta di un regalo che sta aspettando da mesi di essere consegnato, ma anche perché play.com, a fronte di queste sparizioni, potrebbe anche decidere di rifiutarsi di consegnare in Italia, come molti altri siti di commercio elettronico già fanno, proprio per i continui furti.

Sono passati 16 anni (sedici anni) da quando è cominciata questa Seconda, meravigliosa, integerrima Repubblica, e le Poste continuano a fare schifo al cazzo. Siamo tutti sedici anni più vecchi, abbiamo tutti vissuto in un Paese con delle Poste da terzo mondo, e continuiamo così, che fosse mai l’ora di cominciare con i licenziamenti di massa per incapacità.

Pubblicato il 5 dicembre 2010, in Fatti nostri con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. Il postino non consegna tutti i giorni la posta nel senso che… non consegna tutti i giorni????????? da noi sono arrivati a non consegnare i pacchi che te li devi andar a prendere in culo ai lupi, ma almeno la posta la consegnano tutti i giorni. Adesso so cosa ci aspetterà tra poco tempo: Roma capitale fa da apripista, poi tutte le città si adegueranno.

    • Sì esatto, per giorni le cassette della posta sono tutte vuote, poi improvvisamente traboccano; quindi o i mittenti spediscono tutti insieme, oppure i postini aspettano che si accumulino prima di consegnare.

      Questo per la posta normale, per le raccomandate suppongo che si limitino a lasciare l’avviso, senza portare appresso la raccomandata, perché non può essere che non lo sentiamo mai suonare il citofono per dirci di scendere a ritirare.

  2. e’ tanto che non ordino da Play, ma il loro modo di gestire le difficoltà nelle consegne è sempre stato straordinario. ovviamente mi fa piacere che le cose non siano cambiate nel tempo.

  3. Posse dire…? Ora, dammi del leghista se vuoi, ma io a Venezia in 29 anni di vita passata in Italia non ho MSI avuto esperienze del genere. Da me la posta funziona come un orologio svizzero. Non per dire ma non è che forse non è colpa delle poste italiane, ma di quelle di certe parti che non nominiamo-ma-ci-siamo-capiti? ;D
    A parte gli scherzi cmq so che anche a Milano le poste fanno schifo… Boh daremo fortunati noi dell’ex austro-ungarico..,

  4. Sono d’accordo con ciò che dice Albino, anche a Firenze le poste nazionali non sono male, sia con la consegna sia con i servizi allo sportello.
    Io comunque ordino libri, dvd ecc. su IBS da alcuni anni e non ho mai avuto problemi di alcun tipo: tutte le scadenze sono rispettate (qualche volta mi sono chiesto se la ditta e chi ci lavora sono davvero italiani); inoltre ultimamente fanno sconti ormai su quasi ogni articolo in catalogo. Utilizzano il corriere SDA (che credo sia partecipato anche da Poste italiane) e ho avuto soltanto un disguido (prontamente risarcito) su una quarantina di ordini che ho fatto.

    • Ho comprato alcuni libri da Amazon.it, sfruttando lo sconto promozionale e la consegna gratuita con corriere.

      Il corriere era SDA, e i libri sono arrivati ammaccati (anche per colpa di un imballo originale fatto con assoluta trascuratezza).

      Nel frattempo, Amazon ha chiuso i suoi server a Wikileaks.

      Ho finito quindi la mia esperienza con Amazon.it

  5. Penso ci sia un’enorme variabilità locale. Mia madre spedisce ogni mese giocattoli, ritagli di riviste e fotografie a mia sorella, e in UN giorno arrivano da Sassari a Inculoailupi, a 15 km da Asti. Un giorno significa che se lei è alle poste il martedì, il mercoledì a mezzogiorno mia sorella si trova i regali a casa.
    Spedire una lettera con posta prioritaria da SS a Milano (città) impiega minimo sette giorni lavorativi. Fissi.
    Per quanto riguarda l’impiegato delle poste, e l’augurio che gli rivolgi, ti propongo in alternativa alle medicine quello che mia madre augura sempre in circostanze simili: “Che quei soldi ti servano per pagare ripetizioni ai tuoi figli”.

  6. Purtroppo, la cosa ridicola, è che quando sono loro ad essere clienti (mi riferisco alle poste), sono così pignoli e così bastardi, se l’operaio della ditta esterna che interviene per qualunque tipo di manutenzione va in antipatia al direttore XY, ti costringono a farlo fuori dalla lista di dipendenti che possono intervenire presso gli uffici di tutta Italia. Questo tradotto nella lingua dei contratti lavorativi italiani moderni, significa che se tu devi fare un qualunque lavoro, dal cambiare una lampadina, al montare un qualunque apparato presente in un ufficio postale, e quel giorno il direttore si è alzato con la luna storta, rischi di restare senza lavoro! E parlo per esperienza purtroppo diretta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: