Collasso

Il fattore scatenante è stata una pizza surgelata che ho mangiato prima di andare a fare la terapia (a differenza del mio solito, che mi concedo solo una pastarella. Promemoria: mai cambiare le abitudini). Insomma l’ho mangiata e nemmeno l’avevo finita che già ero in bagno. Ho pensato che fosse solo una cosa temporanea, e sono andato all’incontro previsto.

Per fortuna che è cominciato con un quarto d’ora di ritardo. Così infatti, quando stava finendo ho cominciato a sentirmi mancare, mi sono alzato per andare nel vicino bagno e manco ho fatto tre passi che sono svenuto, la terapeuta mi ha preso al volo (ed è alta e pesa la metà di me: “la forza che viene in certi momenti”) mi ha messo per terra, mi ha dato un cucchiaino di sale e ha aspettato che mi riprendessi un po’.

Mi sono rialzato (sudavo freddo e avevo il polso molto debole, il sangue era finito tutto nell’apparato digerente) e sono andato in bagno a vomitare. Tornato a casa (mi ha offerto di accompagnarmi, ma me la sentivo di farcela) mi sono messo a letto, dove mi sono svegliato nella notte per il secondo rigetto. La giornata di ieri è passata con una debolezza estrema, disturbi intestinali alquanto pronunciati, e un ciclo sonno veglia per cui dormivo due ore per ogni oretta passata in piedi, assalito da una continua stanchezza. Pressione bassa, tachicardia, costante sensazione di freddo.

Secondo il medico della mutua è una febbre intestinale, io penso invece che sia un’intossicazione dovuta al surgelato andato a male (mentre lo mangiavo sentivo un sapore strano), comunque la medicina ufficiale non mi ha prescritto nulla, mentre l’erborista mi ha dato un estratto di mirtillo che disinfetta l’apparato digerente (e dei fermenti lattici che credo della flora intestinale siano rimaste tracce).

Oggi almeno riesco a scrivere alla tastiera (ieri la debolezza era tale che la sola idea mi causava ulteriore stanchezza), questo fine d’anno però me lo passo in casa. Mangiate lenticchie anche per me.

Annunci

Pubblicato il 31 dicembre 2010 su Fatti miei. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Accidenti sembra un’intossicazione bella e buona. Spero che ti sia ripreso e ti faccio un augurio di un sereno 2011 (senza pizze surgelate!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: