“Che le violenze cessino”

Il nordafrica è scosso dalla crisi economica, che colpisce i paesi grandi e ricchi con problemi di finanza pubblica (le ultime voci dicono che Bruxelles abbia suggerito, in modo informale e riservato, 135 miliardi di euro di tagli alla allegra finanza italiana nei prossimi tre anni), mentre colpisce quelli poveri causando un aumento dei prezzi dei beni di primo e largo consumo.

E’ un tremendo effetto a tenaglia: i prezzi delle materie prime aumentano perché alcuni grandi e sottosviluppati paesi del mondo (India e Cina) stanno crescendo fortemente, così sempre maggiori fasce della popolazione hanno problemi nel soddisfare i bisogni primari, perché non solo gli stipendi non crescono ma ci sono sempre nuovi espulsi dal mercato del lavoro.

Tutto questo succede perché se la crisi economica è nata da un profondo squilibrio tra chi vive sopra i propri mezzi (USA e Europa) e chi invece risparmia in continuazione (Cina), e nulla è stato fatto in questi anni per raddrizzare una barca sempre pericolosamente inclinata.

Così, in paesi che hanno una popolazione molto giovane (e sono sottosviluppati), i giovani si incazzano e cominciano le rivolte per il pane.

Di fronte a questo scenario preoccupante, perché indica come la crisi economica sta tutta ancora lì, cosa dice Frattini, il nostro ministro degli Esteri? “Che le violenze cessino”.

Strano, io mi sarei aspettato che dicesse “continuassero pure ad ammazzarsi”, almeno sarebbe stato originale, così invece è rimasto solo patetico, intervistato dal Tg1 che ben rappresenta un governo che non ha nessuna idea di politica internazionale e pensa che le cose si analizzino facendo un commento buono per Facebook. Peccato anzi che i trattati internazionali siano così lunghi, sennò uno potrebbe postarli proprio su Facebook (che loro sono moderni, eh) e dare un bel “Mi piace” sufficiente per mandarli in vigore.

“Che le violenze cessino”. Aspetto con ansia la festa della mamma perché il ministro ci sconvolga dicendo “tutti vogliono bene alla mamma”.

Ma sul serio, ma Frattini da dove l’hanno preso?

Annunci

Pubblicato il 12 gennaio 2011, in Fatti nostri con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. >Ma sul serio, ma Frattini da dove l’hanno preso?
    Dalle piste da sci dove faceva il maestro e avrebbe potuto (dovuto) rimanerci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: