Piccole e grandi notizie di economia pratica

I. Mi sono reiscritto in palestra, dopo molti mesi di colpevolissima assenza. L’offerta che mi è arrivata insistentemente per SMS prevede che per i prossimi 4 mesi paghi solo 100 euro, ovvero uno sconto superiore al 50% della quota. Ho anche scoperto che, se avessi portato una persona ad iscriversi, io avrei avuto un intero anno gratis. Non è solo questa palestra che è mal messa, è una condizione generale e diffusa di persone che non ci vanno più perché cominciano a tagliare i consumi non indispensabili. Allo stesso tempo, vedo più persone del solito farsi una corsa anche per le vie cittadine.

II. Sette anni fa ho comprato un televisore, dove era previsto che avrei potuto pagare 100 in contanti, 90 a 6 mesi oppure 90 più interessi pagando a rate. Ovviamente i 100 in contanti erano finti, messi solo per farti accettare per l’intanto il 90 a 6 mesi, sperando poi che uno si scordasse di pagare e immediatamente diventava un finanziamento. Io ho pagato in tempo, e da allora ogni tanto mi arriva la pubblicità di Agos Ducato che mi suggerisce di prendere un bel prestito con loro. Negli ultimi tempi, questa pubblicità arriva con frequenza almeno mensile. Mi pare che loro abbiano un po’ di soldi da prestare e ci sia un sacco di gente a cui fanno comodo (per modo di dire, rimane sempre un prestito) per cui anche un invio massiccio di pubblicità è una iniziativa che si ripaga da sé.

III. Mi è arrivata anche la pubblicità del nuovo e ganzo ContoBancoPostaPiù (credo tutta una parola). Praticamente, è una linea di credito associata al normale conto BancoPosta, in cui fino ad una certa soglia di spesa mensile c’è l’accredito al 12 del mese successivo, e sopra scatta un finanziamento (detto: “seconda linea di prestito” o qualcosa del genere). Chi ha concepito questo strumento è un genio, credo che abbia almeno quattro lauree e parli sei lingue, perché le condizioni del finanziamento prevedono che sulla seconda linea di prestito si paghi una “commissione” di 50 centesimi di euro ogni 100 euro, che detta così pare pochissimo, ma poi diventa un TAEG massimo annuale dell’11,72 per cento (come da comunicazione della stessa Posta, peraltro e a loro onore scritto anche bello grande). Ma, giusto per consolarti, se superi una certa soglia di spesa annuale o fai l’addebito dello stipendio sul conto, non paghi i 31 euro annui che ci vogliono per avere il ContoBancoPostaPiù. Cioè, tu pagheresti per avere la possibilità di prendere dei soldi a prestito in modo continuo, pagando poi quindi anche gli interessi. Ma non solo, paghi anche per far parte del club dei privilegiati che, proprio perché pagano con questo conto Più, hanno lo sconto dal 2% addirittura fino al 40% sugli esercizi convenzionati. Chiaro no? Tu ti prendi il 2% di sconto subito sugli esercizi convenzionati, così magari superi la soglia della prima linea di finanziamento e passi alla seconda, dove hai un comodo 11,72% di TAEG.Poi l’addebito lo facciamo il 12, che è esattamente a metà strada dal 27, che è il giorno usuale di addebito dello stipendio, visto che se vuoi puoi rateizzare anche la prima linea di finanziamento.

IV. Mia sorella è stata licenziata dal lavoro a tempo indeterminato che aveva. Lavorava per una società che l’ha messa in un ospedale ad occuparsi di amministrazione, e l’ospedale ha ricevuto l’ordine dalla Regione Lazio (quella amministrata dalla Polverini, che gli altri l’hanno persa come acutissima ospite di Ballarò e noi invece ce l’abbiamo nel suo splendore di amministratrice accorta, operosa e sommamente ganza) di dimezzare il numero di collaborazioni esterne. Stiamo vedendo se e cosa si possa impugnare, ma pare poco. Di queste vicende, di interi rami d’azienda che vengono chiusi, ne sento sempre più spesso.

 

Ma, ovviamente, la crisi non c’è, se c’è l’abbiamo passata e l’Italia ha retto. In effetti sì, l’Italia ha retto, inteso come nome di cosa e non participio passato, un po’ come Ruby.

Annunci

Pubblicato il 18 gennaio 2011, in Fatti nostri con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. io continuo a pensare di aver avuto un gran culo a perdere il lavoro nel 2008 e non dopo

    inutile dire che sono sostanzialmente a spasso da allora, ma la crisi ormai è alla (s)palle

  2. Non si può non parlar di crisi, anche se nei giorni di Natale, spettatore di assalti quotidiani al centro commerciale Porta di Roma, non ho potuto fare a meno di chiedermi dove fosse.

    Volevo condividere qualche considerazione.
    Credo che molte palestre vivano la crisi della concorrenza delle varie Virgin, Fitness First o Maximo. Molte non riescono a cambiare gli attrezzi e fanno scontistiche molto aggressive per tenersi a galla. Nel mio quartiere (periferico) ce ne sono 7-8 (di cui due Virgin) e una di piccole dimensioni mi proponeva prezzi molto bassi e mesi gratis. Non l’ho scelta perchè la sala pesi era scadente. Ora vado in una dove spendo parecchio di più e, credimi, devo fare quasi a botte per trovare un armadietto libero.

    Credevo che boom delle società di finanziamento era di qualche anno fa, ora sinceramente di pubblicità me ne arrivano di meno, almeno a me. Forse con la crisi non hanno i soldi per pubblicizzarsi :-)

    A mio giudizio, solo i conti on-line offrono oramai qualche vantaggio (ma è vero un po’ in tutto il mondo), per il resto non sanno che inventarsi per attrarre nuovi clienti.

    Mi dispiace sinceramente per tua sorella, ma mi sorprende che gli ospedali debbano avvalersi di collaboratori esterni per la gestione amministrativa. Nel privato la parola consulente è vietata da parecchi anni, per i compensi associati. E’ la prima cosa che tagliano e si gestisce tutto, se si può, internamente.

    Ma nessuno si incazza per i rincari della benzina, o non si può perchè è così in tutta europa?

  3. Le palestre che citi in genere offrono solo abbonamenti annuali, quindi per vedere se e quanto si svuotano aspettiamo ancora qualche mese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: