Controprogrammazione

Qualche giorno fa Rai2 ha cambiato il film della sera per trasmettere Le Vite degli Altri, uno splendido film sullo spionaggio ai danni di cittadini nella DDR. Un film che ha come momento di snodo fondamentale quello in cui l’agente dei servizi segreti smette di spiare l’intellettuale vicino ad ambienti del dissenso perché entra in contatto, proprio spiando, con un brano musicale così bello che capisce come ci sia altro che la fedeltà al partito.

Ora ci vuole una faccia tosta, anzi una faccia disperata, per fare come ha fatto Berlusconi e dire il giorno dopo che lui è spiato come i cittadini dell’ex DDR, segno che ormai è un uomo poco lucido.

Ma piuttosto che fare questa obiezione, mi accodo a Rai3, che giusto ieri ha trasmesso un film sulla caduta di Hitler, girato tutto nel bunker in cui il Fuhrer rimase con i suoi fedelissimi, che con i russi a due chilometri ancora gli portavano un’obbedienza cieca.

Per dire, ora c’è Cicchitto e la Bernini, sempre su Rai3, e c’è un senso di continuità estetica, anche se non etica.

Annunci

Pubblicato il 15 febbraio 2011, in Fatti nostri con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. bellissimo film. ovviamente non l’ho visto l’altra sera in tv.
    ma ormai si attaccano a tutto, e il timore (o il desiderio?) di essere spiati è una faccenda che sugli italiani fa sempre presa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: