Il lavoro che non c’è

A Roma si va in ferie con il 29 Giugno, Ss. Pietro e Paolo, patroni della città. Da quel momento, e circa fino almeno all’inizio di Settembre, lo svacco si fa assoluto.

Così questo scorcio di settimana ha avuto una mia produttività prossima allo zero; anzi, devo pure evitare di prendere iniziativa, fosse mai che turbo il giusto riposo di un collega.

Non posso non pensare, anche perché ce l’ho in casa, a chi il lavoro non ce l’ha: a quanto siamo fortunati noi che possiamo permetterci anche questo svacco; e a quanto questo svacco e questa assoluta mancanza di produttività sia poi uno dei motivi per cui l’economia di questo Paese non cresce, e tanti il lavoro manco ce l’hanno. Chi lavora ha questi piccoli privilegi, che paga chi il lavoro non ce l’ha.

Annunci

Pubblicato il 1 luglio 2011, in Fatti nostri con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: