Repubblica torna alla carica con l’Apocalisse a New York

Quando sono stato a New York, A.D. 2009, c’era qualche focolaio di influenza suina (o qualcosa del genere). Insomma c’erano un po’ di ragazzi di ritorno dal Messico che avevano questa febbre, e qualche scuola venne chiusa in via precauzionale.

La vita nella città scorreva come sempre, ma a leggere Repubblica.it e Corriere.it sembrava che la fine del mondo fosse imminente, e tale fine dovesse riguardare innanzitutto New York. Mi ricordo le telefonate preoccupate dall’Italia, oddio che stai morendo? siete vivi? c’è l’esercito per strada? preghiamo tutti per te! e io a spiegare e a spiegare. In effetti, c’erano editoriali e commenti su Repubblica.it del tipo “New York è una città sempre pronta all’Apocalisse, perché sa che l’Apocalisse comincerà da qui”.

Questo branco di cialtroni di Repubblica.it è tornato all’attacco, grazie all’uragano Irene. Con un atteggiamento di pessimo gusto e non solo cialtronesco, ora ci annunciano che a New York è pronta al peggio, alla fine del mondo, all’esercito per strada ecc… ecc… e anzi, giusto per non farsi mancare niente, hanno fatto pure una compilation dei film di fantascienza in cui New York viene distrutta – cioè, c’è stato uno pagato per fare questa cosa, io direi che dovremmo tutti farci delle domande sul senso dei contributi pubblici all’editoria – e l’hanno messo in prima pagina, con il titolo “L’apocalisse a Manhattan nei film”

Si può essere più coglioni? Ci si stupisce poi che come ministro degli Esteri c’abbiamo Frattini? Ma ve lo meritate Frattini, ve lo meritate.

(io immagino tutti questi illuminati corrispondenti di Repubblica dalla Grande Mela, e vorrei dire loro solo una cosa: New York sta sul mare! Mare! Vuol dire zero metri! Vuol dire che se l’acqua s’alza di mezzo metro, la città viene invasa, e le fermate della metro che stanno più a Sud vengono allagate! Ecco perché avete visto che la metro a South Ferry è già stata chiusa! Quella che vedete intorno e che è blu è ACQUA! Tipo Venezia, c’avete presente? Tipo quando c’è l’acqua alta. Solo che a New York ci vivono un dieci milioni di persone, quindi si noterà di più. Capito? Non è che crollano i grattacieli. E l’Apocalisse, per favore, infilatevela nel buco di culo che avete al posto del cervello.)

Annunci

Pubblicato il 26 agosto 2011, in Fatti nostri con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Frattini, noto amante dei pendii sciistici appenninici emiliani dove ha racimolato piu’ amanti e mogli che pidocchi, ogni volta che parla mi sovviene che gli manca sempre la cuffia col pon-pon, sarebbe piu’ credibile.

    A.

  2. ma si, e’ la stessa cosa che hanno fatto quando c’e’ stato il terremoto in Giappone… dovranno pur vendere anche loro, no? :)
    Io sto seguendo tutto via CNN (soprattutto perche’ al momento a NY c’e’ la mia migliore amica in viaggio di nozza, sfiga!), e mi sembra che stiano trattando la cosa con perfino meno lucidita’ dei media italiani! Sono gli stessi media americani che fanno sembrare la cosa un’apocalisse: nessuno piu’ di loro ama questi “armageddon” per alimentare sentimenti patriottici!
    Poi senti che e’ un “category 1” e pensi, “what the fuck”.

    • La CNN ogni tanto sbarella, tipo la giornalista che dice “come vedete, c’è dell’acqua, dove non è previsto che l’acqua ci sia!” (ci mancava che dicesse: tottò Irene brutta cattiva che si fa la pipì addosso). Però era la CNN americana, che è molto provincialotta; e comunque vanno avanti h24, e nel frattempo coprono la guerra in Libia e quello che succede nel mondo, mentre i nostri giornali fanno solo le previsioni sull’Apocalisse (oggi Repubblica.it ha pubblicato una galleria sulla rinascita di downtown Manhattan, credo proprio per farsi perdonare il cattivo gusto).

      La tua amica secondo me è stata fortunatissima, vuoi mettere che ha un sacco di cose da raccontare al rientro? Non è una battuta, dico sul serio, ci sarei stato volentierissimo io a NY in questi giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: