“Frattini”

E loro sono tanto bambini cattivi signora maestra, che si vedono e giocano insieme e a me non m’ invitano!! Ueeee, Ueeee, Ueeeeeeee…

Franco, sai che tu non puoi giocare con loro perché il tuo babbo è fuori per lavoro… è andato in Russia da un suo amico…

Non è giusto! No no no no!

Franco, i bambini possono scegliere di giocare tra di loro, non per questo devi sentirti offeso, quando c’è l’ora di educazione fisica si gioca tutti insieme, ma non si deve giocare sempre tutti insieme!

Maestra, ma ma ma… ma loro poi invitano anche il loro amichetto nero, e quello che parla tutto inglese, e io sto da solo, mi tocca il macedone, e io non so manco chi sia il macedone… Però che bella battuta che ha fatto papi, quando ha detto che il presidente macedone fa le macedonie di frutta! Ah ah ah

Franchino, dovresti capire che se il tuo papi fa battute dicendo che il nero è abbronzato e si basa sui suoi consigli per fare il suo lavoro, la tua amica tedesca ha il sedere grande e uno scarso sex appeal, il francese ce l’ha piccolo, il tuo amico russo fa bene a governare con il pugno di ferro e a mettere a ferro e fuoco la Cecenia che sono tutti terroristi, tu insomma Franco capisci che gli altri bambini non è che non vogliono giocare con te, ma le loro mamme e i loro papà gli hanno detto che non devono giocare con te

Maestra, ma non è giusto! Io sono tanto bravo! E so anche l’inglese! E ho restituito prestigio ed autorevolezza all’Italia!

Franchino, ti ho detto che non devi dire le bugie, che poi ti cresce il naso!

Scusaaaaa

(da: “La politica estera italiana ai tempi di Franco Frattini”)

Annunci

Pubblicato il 10 ottobre 2011, in Fatti nostri, Preferisco ridere con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 16 commenti.

  1. semplicemente, perfetto!

  2. Cerco-Di-Essere-Obbiettivo

    Io, al contrario di OSCAR, lo trovo banalissimo e direi che sarebbe ora di smetterla di fare masochistica denigrazione nazionale.

    Anche un idiota sa che Francia e Germania, per salvaguardare i comuni interessi (evitare la bancarotta delle loro banche esposte pericolosamente a causa del collasso economico ellenico) cercano di fare accordi bilaterali “sottobanco” (anche se in pubblico) che nulla hanno a che fare con la necessaria collegialita’ di intenti di tutti i governi Europei: la “conditio sine qua non” per uscire dalla crisi.

    L’Italia non protesta per essere esclusa, ma per l’inutilita’ di questi “vertici a due” che, come dice lo stesso Frattini, sono inutili perche’ non portano a nulla di concreto.
    Infatti, a dargli ragionissima, e’ arrivata la Slovacchia che dicendo: “NO”, ha fatto naufragare tutti gli accordi ufficiosi dei due “Grandi”, facendo avvicinare la Grecia di un altro metro verso il precipizio.

    Se c’e’ un “vero” colpevole, tra i tanti, della attuale crisi dell’Euro-Zone, questo e’ Prodi che, come tanti altri, ha inutilmente affrettato, facendo carte false, per entrare nel sogno, poi diventato incubo, della moneta unica. (Come denuncia il WSJ)

    Se il WSJ avesse parlato di Bunga Bunga, un altro trilione di tonnellate d’inchiostro sarebbe stato versato per chiedere le dimissioni del nostro attuale governo; ha parlato invece di errori e carte false” del governo Prodi e naturalmente la stampa nazionale di sinistra preferisce sorvolare e applicare la sordina a certe stonature nel coro.

    Parlare criticamente del trascorso “Governo Prodi” (e delle sue maldestre decisioni) gettando cattiva luce sul futuro “Governo Prodi-Bersani-Di Pietro-Vendola-Fini-Casini, non e’ certo la migliore propaganda per il Partito dell’Alternativa.
    Ma ci sara’ pure, mi chiedo, un blogger serio, in Italia, che dica cose che non dicono tutti gli altri con la solita faziosita’ opportunistica e manifestando il solito patetico e autolesionistico conformismo.
    Che squallore!

  3. Cerco-Di-Essere-Obbiettivo

    Se invece di prendere per i fondelli, ALESSANDRA, lei dicesse qualcosa di intelligente, il livello della blogosfera si alzerebbe.

    Colpevolizzare l’attuale governo per la catastrofe globale che stiamo attaversando e di cui nessuno si assume le responsabilita’, che non sono certo “italiane”, ignorando le immense difficolta’ di tutti gli altri paesi coinvolti aiuta (ma non credo) la causa dell’Antiberlusconismo, ma si ferma li’.

    Parole al vento! Aria fritta! Chiacchere di portineria! Brontolii dello stomaco!

    Prendere in giro Frattini che scalpita perche’ non lo fanno giocare si da’ sfogo a un po’ di frustrazione, ma niente di piu’. Ed e’ ormai terribilmente noioso.
    C’e’ gia’ la Repubblica che crede di dilettarci facendo un ossessivo giornalismo scandalistico al limite della paranoia e del quale ormai tutti hanno le palle piene. (mi si perdoni l’espressione).

    Per usare un’espressione banale: Sono ben altre le esigenze e i problemi del Paese e sarebbe ora che l’Opposizione se ne rendesse conto invece di continuare a rompersi la testa su un muro che non puo’ cedere proprio perche’ T.I.N.A. (Non c’e’ alternativa)

  4. Hai ragione: le esigenze e i problemi di primaria importanza per il (bel) Paese sono altri. La legge sulle intercettazioni. Il processo breve. Infatti Frattini ha fatto bene ad arrabbiarsi: Sarkò e la Culona Inchiavabile dovevano semmai riunirsi per indurre il Parlamento Europeo a varare una legge sovranazionale per inbavagliare la stampa e riformare il diritto di procedura penale e civile in modo che un reato cada già in prescrizione prima che il giudice decida di procedere in giudizio.

  5. Cerco-Di-Essere-Obbiettivo

    Le intercettazioni vanno regolate. Non vanno usate per sputtanare e condannare a priori un cittadino prima che si celebri il processo che lo vede indiziato di reato. Questo in nome della civilta’ giuridica che in Italia si e’ trasformata, grazie al protagonismo politico di certa Magistrura, in autentica barbarie.
    E non succede in nessun altro paese occidentale.

    In un blog serio si dovrebbe parlare di questo importante tema con obbiettivo distacco.
    Invece si preferisce fare il tifo per la morte del governo: costi quel che costi.

    Come se l’allegra brigata Prodi-Bersani-DiPietro-Vendola-Fini-Casini (e Confindustria e Sindacati e Indignados e “Disocupados Organizados”) fosse capace di mettersi daccordo sul da farsi.

    Le cose da fare sono le cose che questo governo sta provando a fare pur tra ovvie mille difficolta’ e divisioni. Come succede in tutti gli altri governi del globo. Inclusa l’America di Obama che con tutti quei cervelloni e premi Nobel per l’Economia non riesce a cavare un ragnetto dal buco.

    A dirottare il Governo su cose “meno” urgenti e’ invece l’Opposizione che preferisce il caos perche’ crede che favorirebbe il cambiamento politico in suo favore, ma non risolverebbe nessuno dei problemi sociali ed economici che l’Italia e il Mondo hanno di fronte.
    Anzi: in questo momento li aggraverebbe enormemente.

    Si scrive: “Imbavagliare; non “inbavagliare.

  6. Cerco-Di-Essere-Obbiettivo

    Provo ad essere sintetico, oltre che obbiettivo. (Pero’ deve ammettere che con la sinteticita’, spesso e volentieri, si rimane in superfice).

    Credo che anche la crisi globale che stava arrivando sia stata trattata “sul suo blog cazzutissimo con commentatori con i controcazzi” con una certa “sinteticita’”. Una sinteticita’, quella del suo blog, caro Paolo, cosi sintetica da passare inosservata ai Premi Nobel per l’Economia che cercano di aiutare Obama a non fare la figura del primo Presidente Nero Yes-We-Can che esce prematuramente di scena tra i fischi del pubblico che gli lancia ortaggi e uova marce.

    Oltre all’obbiettivita’, mi pare manchi anche la modestia a questo “cazzutissimo bog”.

    Gli “indignados”, per amore di obbiettivita’, non sono un fenomeno nuovo: di indignados desocupados il globo ribolle pullulando da millennia. Sarebbe onesto non fare apparire i nostri indignados come il risultato del Berlusconismo perche’, a giudicare dall’aggettivo di lingua spagnola, sarebbe troppo facile rispondere che sono anche il risultato dello Zapaterismo (5 milioni) e, per estensione, del Blairismo, del Sarkozysmo, del Merkelismo, del Bushismo, dell’Obamismo eccetera eccetera.

    Abbracciare gli indignados disocupados puo’ aprire le porte del Paradiso, ma non risolve nulla. Le garantisco che dei suoi abbracci farebbero volentieri a meno in cambio di un lavoretto in un Call Centre.

    Non serve a nulla aiutare il Terzo Mondo che muore di fame: immaginiamoci cosa possano servire gli abbracci di solidarieta’ unti di commozione agli indignados di oggi.
    Del resto non abbiamo bisogno di immaginarci a cosa sia servita la retorica del Messia che predicava il sorgere di un nuovo mondo a ritmo di Yes, We CAN perche’ lo vediamo gia’ sotto i nostri occhi che non e’ servita a niente.

    Ecco perche’, tornando al mio punto iniziale, le crisi si superano con pragmatismo e programmi concreti, non con “dipietrate spazzattutto” e fumose e generiche enunciazioni: L'”alternativa ” e’ fatta di ben altra pasta: se c’e’, bene; se non c’e’, ciccia e si continua cosi navigando a vista con il mare in tempesta.

    P.S.
    I 5 miliones de indignados espagnoles, a giudicare dalle statistiche delle Agenzie Aeree, si stanno tutti distribuendo nel resto d’Europa: fra poco, come a Los Angeles, in tutte le capitali europee cominceranno trasmissioni radio-televisive in lingua espagnola.
    Hasta la vista!

  7. Cerco di essere obbiettivo
  8. Caro “Cerco di essere di essere obbiettivo (ma nonostante i miei sforzi non ci riesco e risulto essere il portavoce del Governo)” ti ringrazio per la correzione del mio errore lessicale: non si finisce mai di imparare (e per fortuna che abbiamo la Gelmini che sta riformando scuola e università così le future generazioni non farano più questi errori). Potevi anche aggiungere che davanti alla p e alla b ci va sempre la m e mai la n.

    Non so da cosa arguisci che io pensi che l’accolita “Prodi-Bersani-DiPietro-Vendola-Fini-Casini (e Confindustria e Sindacati e Indignados e “Disocupados Organizados”)” possa risolvere i problemi di questo paese. Ribattere alle osservazioni sulle incapacità di questo governo a risolvere le vere emergenze dicendo che la Sinistra (o il coacervo che tu citi) farebbe di peggio non è proprio il massimo dell’argomentazione dialettica. Non ci spieghi perchè risolvere il problema delle intercettazioni e del processo breve sia più urgente che affrontare seriamente la crisi economica o il degrado dei beni culturali o l’emergenza carceri (ti auguro davvero che la terribile Magistratura di sinistra non ti faccia mai finire in carcere anche solo per sbaglio perchè allora forse capiresti che c’è qualcosa di più urgente delle intercettazioni) o la totale mancanza di mezzi delle forze dell’ordine o una decina di altre gravi emergenze che non siano quelle personali del Primo Ministro. Non mi sembra proprio che nessuno abbia qui detto che “Prodi-Bersani-DiPietro-Vendola-Fini-Casini” sarebebro la soluzione dei problemi (men che meno il tenutario di questo blog). Abbiamo davanti un Governo e ci limitiamo a commentare il suo operato: certo, è vero, dimentichiamo che non riescono a fare tutto quello che vorrebbero perchè è loro impedito dall’opposizioone che in effetti alle ultime elezioni ha avuto la larga maggioranza ma ha preferito governare stando all’opposizione. Mio dio che potere questi comunisti che hanno governato (e rovinato) l’Italia ininterrottamente dal Dopoguerra e continuano a farlo (grazie al fatto che hanno in mano la Magistratura, la Stampa, la Televisione, la Cultura, la Scuola e l’Università).

    A voler essere pignoli, obiettivo è più corretto di obbiettivo, che è una variante.

  9. Cerco di essere oBiettivo

    Quindi Lei e’ daccordo con me, piu’ sopra, al commento 9, quando scrivevo…”tornando al mio punto iniziale, le crisi si superano con pragmatismo e programmi concreti, non con “dipietrate spazzattutto” e fumose e generiche enunciazioni: L’ “alternativa” e’ fatta di ben altra pasta: se c’e’, bene; se non c’e’, ciccia e si continua cosi navigando a vista con il mare in tempesta.

    E si continua anche senza prendere per i fondelli Frattini che ha ragione da vendere nel manifestare perplessita’ sui continui “vertici” franco-tedeschi per risolvere la crisi dell’Euro.

    Mi sembra siano 17 i Paesi della Comunita’ Europea: i vertici e le decisioni “a due” per trovare soluzioni ritagliate al proprio tornaconto e non a quello di tutta la Comunita’ non servono a nulla ed irritano gli altri membri disunendo anziche’ unire.

    Se poi lo zampino ce lo mette anche Obama, che ha ben poco di cui essere orgoglioso, scivoliamo perfino nel ridicolo.
    Prodi e i suoi fanatici europeisti avrebbero dovuto prevedere cosa fare nei momenti di crisi. Fare prima l’Europa e pensare dopo ai rimedi in tempi di crisi e’ stato da grandi imbecilli. E decine di milioni di persone si trovano senza lavoro. E adesso Prodi ci da’ lezioni di Economia.

  10. cerca di essere obbiettivo allora..,
    cosa pensi.., che negare la crisi a dismisura abbia fatto bene agli investitori, che il rating lo determinano 4 quaqquaraqua? il problema di fondo, é che come é impostata l’economia mondiale ora, non é sostenibile.., non durerà perché le crisi o il liberismo dei mercati distruggerà gli strati più deboli e meno protetti degli stati e l’aumentare delle diseguaglianze non porterà più a nulla. Ormai il concetto di terrestre deve essere armonizzato e non si potrà più parlare di europeo americano cinese o indiano, le scelte economiche dovranno essere rispettate al di la degli stati o delle differenze razziali o culturali, l’unica alternativa sarà sicuramente il caos. Poi ti prego, fare il pdiellino.., ti giuro che ministri così scarsi con l’inglese come frattini non si vedevano da veramente troppo tempo. Prodi per quanto indifendibile ora, l’aveva detto subito, che l’europa come unione monetaria aveva senso se il parlamento europeo avesse proporzionalmente preso il posto dei parlamenti europei.. adesso l’europa zoppa come si trova non andrà da nessuna parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: