Innovazione industriale

L’azienda per cui lavoro pare sia in una certa difficoltà economica (intendo l’azienda dove presto l’attività, non quella che mi paga, che anzi pare scoppi di salute e si compra pezzi di banca pagando in contanti).

Comunque, nei giorni passati è circolato un messaggio delle RSU che aveva toni apocalittici, tipo “previsioni catastrofiche per il 2012”, “situazione nera”, ecc…

Allora il panico ha cominciato a diffondersi in azienda, e si vede gente che ormai, dopo anni in cui ha vivacchiato facendo il meno possibile e senza sforzarsi di imparare niente di nuovo, ora ha la percezione che le cose potrebbero farsi difficili. Alcuni potrebbero anche dover incominciare a lavorare, per dire.

Nel frattempo, il nuovo socio di maggioranza ha definito un nuovo amministratore delegato, quindi c’è un nuovo padrone del vapore. E tu pensa un po’ che cosa s’è scoperto di tale A.D.? Che ha la passione per un certo qual sport di squadra.

Così, i dipendenti, subito colto il significato, lieti di aver trovato un elemento in comune per ingraziarsi il capo (saper fare il proprio lavoro no, è fuori dalla loro portata) hanno iniziato a raccogliere adesioni per fare una bella squadra aziendale. Anzi, le adesioni sono già state così tante che pensano ad un torneo aziendale, per poter poi scegliere i migliori.

Quelli che avranno il privilegio assoluto di allenarsi e giocare con i colori dell’azienda, potendo così farsi vedere dal gran capo in persona che, benevolo, potrà metterci una buona parola quando sarà da decidere chi tenere in azienda e chi no.

Tu pensa che fortuna! Devono essersi detti. Basta sgambettare un po’ ed ecco la nostra carriera assicurata. E allora cominciano a circolare le prime previsioni di squadre (le facciamo verticali oppure tutti quelli che sono in un progetto li mettiamo insieme? interne alle divisioni aziendali o no?), mail vengono scambiate freneticamente, gente che va su e giù per l’azienda a raccogliere le adesioni, con l’ebete sorriso stampato in faccia di chi pensa di aver trovato una soluzione ai suoi problemi: abbiamo gli uomini del fare.

Anzi, hanno la faccia di chi sta vendendo un biglietto alla lotteria, per cui quando mi hanno proposto la lodevole iniziativa, ci sono rimasti pure un po’ male che abbia declinato, come si può rinunciare ad una occasione del genere?

Ecco, io sono uno che cerca sempre di avere un contegno rispettoso delle disgrazie e povertà intellettuali altrui: perché quando me l’hanno proposto stavo per avere un urto di vomito e mi sono trattenuto.

A questi qui, Fantozzi gli fa una pippa.

E questi qui sono italiani, un popolo di servi che è subito pronto a vendersi, senza nessuna dignità, cercando di compiacere il padrone di turno. Anzi, pensando che questa mancanza di dignità sia una prova di grande intelligenza, e non l’istantanea dell’abisso di vuoto che hanno dentro di loro.

Questa nazione deve proprio morire schiattata, per sperare di risorgere, che solo il fuoco può rigenerarla.

Annunci

Pubblicato il 23 ottobre 2011, in Fatti nostri con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Pensa l’universalita’ e la genialita’ dei (primi) Fantozzi, quando questi caratteri comuni dell’italianita’ sono stati catturati in maniera cosi’ formidabile…

    Comunque, non vorrei ripetermi ma in Veneto cose del genere non si vedrebbero mai (e non e’ che non ci piaccia il gioco di squadra – Baggio e Del Piero, per dire, sono delle mie parti). Se l’azienda e’ in difficolta’ altro che giocare, prima cosa tutti al lavoro (gratis) il sabato mattina! Nella fabbrichetta media trevigiana in tempi di crisi se fai meno di due ore di straordinario (non pagato) ti guardano male.

    • No, qui è anzi meglio che stiano a casa più spesso, altro che lavorare di più! Il problema è innanzitutto di competenze, gente che non sa fare niente di buono ed è una zavorra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: