Alcune considerazioni sulla lieta giornata odierna

I. Dei quattro principali partiti italiani, nessuno di questi può essere per davvero considerato un partito. Uno è un partito padronale, uno è un agglomerato di tre o quattro grosse correnti (a loro volta divise in sotto-correnti), uno per definizione è un non-partito, l’ultimo è una lista civica che non riesce a sintetizzare niente.

II. Questa situazione è destinata a perdurare per i prossimi anni.

III. Le proteste dei cittadini, sia nelle piazze virtuali che in quelle reali, contro la porcata dell’elezione di Marini, sono state dovute anche dal fatto che tutti noi sentiamo come il Presidente della Repubblica sia una figura che interviene già molto nella vita politica, e per i punti I e II interverrà sempre di più, con un ruolo di supplenza e di garanzia, in particolare verso l’Europa.

IV. Quindi, noi siamo già in una repubblica semi-presidenziale: così la vivono i cittadini, così la subiscono i partiti, così si comporta l’Europa e in generale tutti gli alleati.

V. Quindi, la prossima riforma istituzionale dovrà essere una riforma semi-presidenziale, per prendere atto di una realtà di fatto e per evitare che una pericolosa Costituzione materiale si sovrapponga e si sostituisca a quella formale senza garanzie e meccanismi di controllo.

Piccola aggiunta: la strategia suicida di Bersani è del tutto inspiegabile per quello che si sa. Dopo un mese e mezzo di corteggiamento al M5S, decide di buttare tutto per aria, di sfasciare il partito e di distruggere la propria segreteria per nessun motivo noto. Ci saranno dei motivi non noti, allora. Io sarei proprio curioso di sapere se non ci sia stata una qualche reciproca assicurazione sulle vicende giudiziarie che colpiscono i due partiti, perché ormai sospetto che da Siena, per la vicenda MPS, comincino a tintinnare le manette.

Annunci

Pubblicato il 18 aprile 2013, in Fatti nostri con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 5 commenti.

  1. Anche io per quanto mi sforzi, non riesco a capire il rifiuto della proposta Rodotà che sarebbe stata perfetta per molti motivi. Mi sa che il tuo sospetto sia più che plausibile.

  2. Avremo Prodi, temo, perché se non è dei “nostri” manco si considera, e se non è cattolico non sta bene, signoramia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: