Sulla durata del governo

I. Con circa il 25% dei voti, il PD ha preso il 55% dei seggi alla Camera. Per ripetere questo exploit, dovrebbe succedere che vinca le elezioni, e che le elezioni si svolgano con questa legge elettorale. Si tratta di due ipotesi poco plausibili, e questo vuol dire che per oltre la metà dei deputati del PD la rielezione non è possibile. Quei seggi sono quindi in vendita, anche considerate le condizioni del partito (se ancora esiste) e quindi questi parlamentari sono pronti a sostenere qualsiasi tipo di governo.

II. I deputati del M5S danno segni di insofferenza crescenti verso Grillo, anche su una cosa su cui il comico ha ragione da vendere: se ti sei impegnato a farti rimborsare solo le spese, allora prima le documenti e poi prendi il rimborso, senza prendere tutto il massimale possibile. E’ un principio ovvio, io quando sono in trasferta ho 50 euro per il pasto ma non è che mi danno 50 euro, poi mi prendo un panino da McDonalds e mi tengo la differenza. Il fatto che ci sia questo contrasto indica che qualcosa di ben più profondo va smottando, e se questo avviene su un tema così lineare e semplice, c’è da pensare sulla tenuta del movimento stesso.

III. Berlusconi può strillare quanto vuole dicendo che minaccia le elezioni, e se il PD non fosse un partito di fregnoni gli chiederebbe di vedere il suo bluff. Perché, se questo governo cade, Napolitano sarà costretto – da Costituzione – a verificare se non se ne possa fare un altro, che sarebbe un governo tra PD e M5S, perché per i punti precedenti il PD voterebbe qualsiasi cosa, e il M5S quasi pure. L’alternativa a questo scenario sarebbero sì le elezioni, forse pure vinte da Berlusconi, ma poi me lo voglio vedere a governare questo disastro economico: rende molto di più promettere e intestarsi la battaglia sull’IMU, che non doversi poi sporcare le mani.

IV. Letta è accorto e furbo, anche perché sa che nel PD la sua carriera politica è finita. A D’Alema hanno fatto pagare il suo governo con Mastella, che a confronto era una delizia di composizione politica, dubito che ad Enrichetto faranno passare l’alleanza con Berlusconi. Forse, se riesce a durare alcuni anni, e a sistemare l’economia, forse, dico forse, se ne può parlare.

Pubblicato il 9 maggio 2013 su Fatti nostri. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Ormai si sono incollati con la pelle del c..o alle poltrone. Tutti loro hanno trovato da guadagnarci: pd, pdl, 5stelle e satelliti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: