Atene, tre anni dopo

Sono tornato ad Atene dopo tre anni, il mio compagno non l’aveva mai vista e così abbiamo pensato di fermarci qualche giorno lì, sulla via del ritorno. Siamo stati poco originali, tornando allo stesso albergo che avevo usato tre anni fa, e credo che abbiamo fatto bene (ho scoperto poi che è citato sia dalla Rough Guide che dalla Lonely Planet, questo spiega il continuo via via di alloggianti).

Atene sta peggio di tre anni fa. In giro, nella parte centrale (che corrisponde grossomodo ad un triangolo che ha come vertici Piazza Monastiraki, l’Acropoli e piazza Syntagma) e che contiene tutte le attrazioni importanti (escluso il Museo Nazionale Archeologico che è poco fuori), c’è un mendicante ogni quindici metri. Spesso, si tratta di persone che fino a qualche anno fa probabilmente avevano un lavoro e una casa, e che poi hanno rovinosamente perso tutto. La città fa un grande sforzo a tenere ordinato e pulito questa parte più turistica, ma uscendo comunque si vede che la situazione rimane difficile.

Sopratutto, Atene manca e continua a mancare di qualche tipo di interesse e divertimento al di fuori di quest’area, per cui rimane una città da turismo mordi e fuggi (non a caso, non ha una sua guida di viaggio indipendente come città nelle collane citate sopra, cosa che credo tutte le altre capitali europee si permettono).

Siamo stati fortunati con la possibilità di un ingresso gratuito al Nuovo Museo dell’Acropoli, cosa che si verifica ogni volta che c’è la luna piena, in orario 21-24 (inoltre ogni venerdì è aperto la sera). Allora, il programma che segue è una rielaborazione del nostro programma, e consente di vedere la città in tre giorni:

Primo giorno: Nuovo Museo dell’Acropoli, che offre un’ottima introduzione alla città di Atene. A seguire, il Keramikos, che è decisamente poco affollato di turisti.

Secondo giorno: Acropoli, e collina del Licabetto (di cui comunque si può fare a meno) e Museo dell’arte cicladica (che è un po’ complesso in certi punti, ma sicuramente non troppo grande)

Terzo giorno: Museo Nazionale di Archeologia.

Oltre a questo, se si fa il biglietto combinato quando si va all’Acropoli, è possibile vedere l’Agora con il Museo nella Stoa di Attalo (consigliato, richiede circa 1.5h), la Biblioteca di Adriano (non imperdibile), l’Agora Romana e la Torre dei Venti (idem), il tempio di Zeus Olimpio (si risolve in pochi minuti) e appunto il Keramikos con relativo museo. Questi posti chiudono in genere verso le 15 o le 17, quindi è il caso, sopratutto d’estate, di visitarli di prima mattina lasciandosi poi i musei per dopo, quando il sole picchia.

Oltre a queste cose, potreste cercare di vedere il cambio della guardia a Piazza Syntagma (la Domenica poco prima delle 11 c’è quello in pompa magna, ma il cambio in versione ridotta l’abbiamo visto anche alle 11 di sera e alle 15 di pomeriggio circa, ma forse era per qualche motivo speciale) e il mercato delle pulci che comincia a Piazza Monastiraki, e che è sopratutto attivo la Domenica mattina (la parte interessante è quella più lontana dalla piazza, nelle vie laterali)

Con l’eccezione dell’Acropoli e della Agora, abbiamo visto un certo grado di trascuratezza nei siti all’aperto. Del resto, se lo stato greco non ha i soldi per comprare i farmaci per i malati di cancro o di AIDS, è possibile che non abbia i soldi per togliere le erbacce.

Nelle isole, anche se la nostra esperienza si limita a Rodi, la situazione è decisamente diversa, almeno quelle più grandi riescono ad essere indipendenti e ad avere grandi rientri economici grazie al turismo. Atene rimane quindi una città non troppo sicura, ed è opportuno non andare in giro con troppi contanti, troppi cellulari e troppe macchine fotografiche, sopratutto la sera.

Annunci

Pubblicato il 30 agosto 2013, in viaggi con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: