La verità di Napolitano: di parte

Napolitano ha detto una cosa condivisibile, quando ha parlato delle condizioni inumane e vergognose delle carceri italiane. Se questo va o può andare a vantaggio di una parte politica, non è un problema di Napolitano, o non dovrebbe esserlo.

Le cose, stanno quasi così.

Perché una cosa Napolitano s’è scordato di dirla, che le carceri italiane sono piene perché in Italia essere clandestino è un reato, e perché consumare droga è un reato. Questi due reati riempiono le carceri di tutte quelle persone che le carceri non sono in grado di tenere.

Ecco, questo Napolitano s’è scordato di dirlo. E dubito che il PD avrà il coraggio di dirlo. Perché, se proponesse a Berlusconi l’amnistia, in cambio dell’abolizione di questi due reati che non esistono nel resto del mondo civilizzato, il PD almeno avrebbe una posizione e un margine di manovra. Sennò, andrà a fare la seconda dell’IMU.

Allora, mi sa che Napolitano ha colto l’occasione di un fatto reale, esistente e noto, per un messaggio ben più specifico.

Annunci

Pubblicato il 8 ottobre 2013, in Fatti nostri con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Sono pressocché d’accordo con te, ma per amore di verità devo correggerti su una cosa: la clandestinità è un reato anche in Germania, tanto che in tedesco non si usa la parola “clandestino” per definire gli irregolari, bensì la parola “illegale”. È punito pure più severamente che in Italia: espulsione immediata o incarcerazione. Il clandestino beccato in Germania non ha alcuna speranza di rimanerci, se non in un carcere.
    Oltretutto devo aggiungere che, mentre in Italia l’opinione pubblica tende a non voler considerare la clandestinità un reato, in Germania la tendenza è opposta. Non sono mai riuscito a far capire ai tedeschi perché in Italia si sollevò quel vespaio quando il decreto sulla sicurezza del 2009 voleva introdurre l’obbligo per i medici di denunciare i clandestini che si rivolgessero a loro. Per loro è assurdo pensare di non imporre questo obbligo ai medici.

    • Questo non lo sapevo, grazie per la precisazione. Ma quanti sono stati i profughi accettati in Germania l’anno scorso, e quanti in Italia? Per quanto mi ricordo, in Germania circa 10 volte di più che in Italia, quindi saranno severissimi con le loro leggi, ma sanno essere accoglienti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: