Ciao casetta di Paolo

Ciao casetta di Paolo, sono gli ultimi giorni che starò qui, protetto e coccolato da te.

Io non sono uno che si affeziona alle cose, ma tu non sei una cosa. Nei tuoi secoli e secoli di vita, hai conosciuto molte persone, visto guerre, pestilenze, carestie e bombardamenti, hai avuto molte amicizie e credo molte disillusioni; poi sono arrivato io, quasi per caso, trovata all’ultimo, anzi all’inizio ero pure diffidente. Però, pochi giorni dopo, ti sei subito mostrata protettiva, quando l’irreparabile era accaduto e sono tornato qui, pensavo che avrei pianto, invece mi hai protetto e non è stata nemmeno l’unica volta. Ho cominciato a sentire, proprio in quei giorni, quelle energie positive che sprigionavi e distendevi intorno a me, quei messaggi e quei simboli che si consentono quelli che hanno superato il mezzo millennio di vita.

Mi mancherai, molto. Mi mancherai per un bellissimo motivo, per una nuova parte di vita che si apre e che, guarda un po’, è nata proprio qui. Non potrò mai dimenticare quando proprio in questa casa, con una certa luce di un mezzo pomeriggio autunnale, io mi sono sentito di dirgli che non potevo stare senza di lui, lui s’è preso il suo tempo e mi ha risposto. E poi, poi tutto quello che è venuto dopo.

Quando ho lasciato la casa natale, ho fatto tutto in modo più semplice; forse perché non pensavo che sarebbe stato un addio definitivo, mentre con te è diverso, chissà se ti rivedrò. E poi, dopo due anni che sono stato qui, ho visto quanto due anni possono cambiare una persona, quante cose la vita possa metterti davanti, quanto può succedere perché sei da un’altra parte. Così penso a come la vita ci metta di fronte sempre dei sogni migliori, ma tu sei stato un sogno bellissimo.

Ciao casetta bella, veglia su di  me come hai già fatto, forse un giorno ci vedremo di nuovo, forse questo che dico mi fa sembrare un adolescente che dice “per sempre” senza sapere cosa significa, forse il nostro futuro non è ancora scritto, io ti ricorderò con l’affetto e il calore che si devono a chi ci cambia la vita.

Annunci

Pubblicato il 20 marzo 2014 su Fatti miei. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. Bel post (hai trasmesso emozioni). Vai a vivere col tuo compagno?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: