Scozia/In Sintesi

In sintesi:

  • 21 giorni
  • circa 15 castelli
  • 14 tra alberghi e bed and breakfast
  • 3 abbazie, di cui una su un’is0la
  • un gita in nave, sotto la pioggia ed una sulla seggiovia, sempre sotto la pioggia
  • qualche migliaio di chilometri in macchina
  • innumerevoli cascate, loch e glen
  • l’avvistamento di: 1 cervo, diversi pettirossi, alcune decine di foche, centinaia di mucche, migliaia di pecore e capre
  • numerose quantità di salmone (fresco, semi-affumicato, affumicato della casa, affumicato e basta) e anglefino variamente conciati e preparati
  • 1 conferenza sulla simbologia delle pietre dei Pitti
  • indubbie quantità di patatine fritte, stufate, fritte e piccanti, con e senza buccia
  • infinite sedie della Regina, sofà della Regina, quadri della Regina e della Regina Madre
  • 1 film in lingua inglese e 1 film sempre in inglese ma in formato IMAX
  • diversi luoghi infestati da fantasmi, dame sgozzate, paggetti uccisi, servi che giocano a carte fino al giorno del Giudizio
  • la nave della prima missione di Scott nell’Antartico
  • 1 quadro di Leonardo
  • 1 puntata di Doctor Who vista sulla BBC
  • alcune decine di cittadine visitate o quantomeno attraversate
  • diversi artisti di strada
  • 20 GB di foto e filmati

 

Tutto questo, molto altro, è stato il nostro viaggio in Scozia. Epico.

Pubblicato il 28 agosto 2014, in Fatti miei, viaggi con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. Bentornati a casa!

    (Che film erano? Quello in IMAX era Guardians of the Galaxy?)

    • Guardians of the Galaxy era un tranquillo cinema di Oban, mentre Lucy era l’IMAX a Perth (sì, a Perth hanno l’IMAX, non ci siamo ancora ripresi). Lucy puoi assolutamente evitarlo, proprio mal riuscito, mentre GOTG se non l’hai visto vai di corsa, è veramente ben fatto, forse il migliore tra i Marvel non X-Men.

  2. GotG: visto. Stiamo pianificando una seconda visione.

    La scena di preparazione alla battaglia finale con Cherry Bomb è la miglior scelta di colonna sonora “d’epoca” dai tempi di Pulp Fiction. (Forse Zoe Saldana in completino fantascientifico e Chris Pratt con quel giubbotto di pelle hanno fatto la loro parte. Per non parlare di Rocket Racoon che si sistema il pacco, altro che camminata drammatica degli eroi con il mantello svolazzante alle spalle.)

    [Mi allontano canticchiando.]

    • Chris Pratt è una delizia per gli occhi: uno bono (perché è bono) che sa fare l’attore. Se pensiamo a Chris “Faccia da Patata” Evans, il confronto è impietoso e ci fa desiderare tanto, tanto, tanto, di vedere subito il sequel di GotG; nell’attesa di vedere la versione italiana, avessimo perso qualche inquadratura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: