Forma o sostanza

Chi ieri ha visto Otto e Mezzo ha avuto la fortuna di vedere un pezzo di storia. Era ospite Bersani che, con molta educazione, intelligenza e senso della misura contestava alcune idee e, sopratutto, l’approccio di Renzi ai problemi. Non è stato quello a fare la storia. E’ stato il servizio che ripercorreva la quantità di liberalizzazioni che Bersani, ministro del governo Prodi, fece con le sue famose lenzuolate.

La storia era tutta lì: un leader capace, bravissimo a governare, che ha perso le elezioni perché invece di parlare di quello che ha fatto ha sbagliato tutta la campagna elettorale. Addirittura, pare che doveva essere il giornalista a fare l’elenco delle cose da lui fatte, quasi che se ne schermisse o le considerasse poco importanti.

Invece, dall’altra parte, il premier cazzaro e i suoi gaglioffi che ripetono ossessivamente “80 euro”, “abolizione Senato” e “articolo 18”, manco fossero riforme effettivamente fatte (sugli 80 euro, c’è stato un periodo in cui non potevi sentirne parlare uno che non ce lo mettesse ogni 30-40 secondi: noi scommettevamo su quando il deficiente di turno l’avrebbe detto e raramente perdevamo).

Si è fatta la storia perché si è sancito, in modo storico, il primato della comunicazione sui fatti. Uno non sapeva se spiacersi che un personaggio capace come Bersani se ne sta a fare il deputato e non il ministro, o il premier, o se preoccuparsi per come il dibattito politico si sia ormai esaurito del tutto, divenuto solo una questione di marketing.

Pubblicato il 30 ottobre 2014, in Fatti nostri con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: