Il Giovane Favoloso

Sì, ma a che serve? Voglio dire, la recitazione sicuramente notevole di Elio Germano nei panni di Giacomo Leopardi, la fotografia molto curata, un certo gusto per i costumi, tutto questo a cosa serve, è al servizio di che? Il film di Mario Martone è lento, noioso, pretenzioso, lezioso a tratti e tutto per una idea proprio sbagliata di rappresentazione di Leopardi e della sua vita. Se il poeta viene rappresentato come un personaggio incompreso dai suoi contemporanei, viene forse reso compreso allo spettatore? Il regista, insomma, da che parte sta? E’ dalla parte del pubblico perché, con gli strumenti propri dell’arte cinematografica ha deciso di rendere chiaro in qualche modo il personaggio di Leopardi, oppure sceglie di rimanere (e di lasciarci) al di fuori?

Proprio non ci siamo. E credo che di questa cosa si sia reso conto lo stesso Martone, perché poi cerca egli stesso un centro e un baricentro del film nella parte napoletana, quando il soggiorno del poeta in città, della durata di soli quattro anni, prende nel film uno spazio molto ampio. Martone è bravo a raccontare Napoli, probabilmente ha dilatato questo momento temporale proprio per cercare un suo equilibro. Analoghe, in tal senso, alcune evidenti concessioni: non risultano eruzioni esplosive del Vesuvio nel periodo, che va dal 1833 al 1837, in cui Leopardi si trova a Napoli, mentre nel film viene rappresentata una eruzione di grande intensità.

Un film non riuscito, con ottimi ingredienti che però non si sono amalgamati. Ho anche la sgradevole impressione che molti ne parleranno bene per darsi un tono e a questi vorrei chiedere: come mai nel film non vengono mai lette, nemmeno per striscio, poesie come A Silvia o Il Sabato del Villaggio? Forse perché non erano funzionali alla rappresentazione di Leopardi che vuole fare Martone. Non sarebbe un peccato d’omissione, se questa messa in scena portasse a qualcosa. Invece, così, è una dichiarazione di resa, da cui appunto l’autore rifugge richiudendosi a Napoli. Ma questo conferma la qualità modesta del risultato.

Pubblicato il 3 novembre 2014, in recensioni con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: