Il suicidio dei Cinque Stelle

Non riesco a valutare il disastro dei Cinque Stelle se non dicendo che la cosa è voluta, i leader del partito hanno deciso di ridimensionarlo e per far questo compiono disastri strategici come quello del percorso di elezione del Presidente della Repubblica.

Hanno dato un qualche contributo in questa partita? Decisamente no. Ma questo non sarebbe il problema, perché se uno è all’opposizione non è detto che venga coinvolto nelle decisioni (al di là della retorica che dice che il Presidente va eletto con i voti di tutti).

Il problema è che i Cinque Stelle hanno scelto di non partecipare rinunciando e anzi violando le loro stesse ragioni d’esistenza.

Hanno sempre detto: decide il popolo, noi siamo solo esecutori. Bene, se è così, chi è che ha deciso quali erano i dieci candidati per le loro votazioni online? Perché viene da pensare che non sia stato un caso, ma una precisa scelta, il mettere come candidati sia Bersani che Prodi: in questo modo i voti che sarebbero confluiti su Prodi sono invece andati a Bersani, facendo sì che il bolognese arrivasse secondo dietro Imposimato.

Poi, non sono i Cinque Stelle quelli che hanno previsto una legge elettorale complicatissima, in cui ci sono addirittura le preferenze negative, perché dicono che tutti devono potersi esprimere con libertà, salvo poi presentare una lista bloccata ai propri attivisti?

Infine, quando si andava profilando la candidatura di Mattarella, per quale motivo non hanno chiesto ai loro iscritti di scegliere se sostenerlo o meno?

O perché temevano che gli iscritti decidessero di sostenerlo, o perché temevano per il rifiuto della Rete, in ogni caso il loro comportamento è stato il più contorto e capzioso visto da anni a questa parte.

Parlano sempre del web come di questo luogo che consente a tutti di decidere, anche in rapidità, e poi lo riducono ad un meccanismo legnoso, complicato, lento, parziale e inattendibile.

Ditemi se non è questo un problema politico centrale per quel partito. Direi anzi, centrale ed esiziale.

Pubblicato il 3 febbraio 2015, in Fatti nostri con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: