Un cadaverino politico

Le dimissioni del ministro Guidi non sono una grande e particolare vittoria del buon senso e dell’opportunità politica, come i giornali renziani si stanno affrettando a scrivere, ma una conseguenza politica di un processo politico che ha cominciato a scavare il terreno sotto i piedi del titolare del Ministero per lo Sviluppo Economico quasi due anni fa.

La Guidi, infatti, venne messa lì per l’unico particolare merito di essere ben
vista da Berlusconi e l’allora nascente governo Renzi, in pieno patto del Nazareno, doveva ingraziarsi l’opposizione non opposizione di Forza Italia.

Il patto si ruppe pochi mesi dopo e l’insofferenza di Renzi verso il ministro è cominciata lentamente a crescere, anche perché la Guidi, come ministro, non ha fatto nulla di particolarmente eclatante, una onesta impiegata priva di quei guizzi anche mediatici che invece al governo servono come l’aria.

Così, ad ogni voce di rimpasto il nome della Guidi era tra i possibili pronti a saltare. La vicenda dei favori che il ministro avrebbe fatto al suo compagno è stata solo il pretesto.

Dimissioni che poi si sono rese necessarie perché in quelle intercettazioni figura anche il nome del ministro Boschi e Renzi, adesso, non può permettersi di mettere in crisi il ministro delle Riforme: almeno fino ad Ottobre, deve cercare di tenere la Boschi lì dove sta, sperando che l’inchiesta su Banca Etruria non proceda troppo spedita.

Di fronte a questo grosso guaio, alla scarsa astuzia politica della Guidi che
non si limita a fare e a non dire ma piuttosto non fa e dice (non era merito suo questo emendamento, ma non ha resistito all’idea di attribuirselo per farsi bella), le dimissioni devono essere vendute come il trionfo dell’etica pubblica. Per questo, i renziani sono già a seminare il terreno dell’illusione di massa.

Piuttosto, se fossi Renzi, andrei da Pierluigi Bersani e gli proporrei il posto della Guidi. Sarebbe la prova che Pittibimbo ha una visione politica strategica e non solo tattica.

Pubblicato il 1 aprile 2016, in gay con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: