Archivi Blog

Se la manovra è questa, il default è certo

Da quanto sembra, la manovra del sobrio governo Monti ha elementi di natura depressiva sul PIL (che quindi l’anno prossimo crollerà a quanto? Meno due? Meno tre?), concentrati su chi già pagava (la lotta all’evasione è brutta da fare, ed è giusto che l’idraulico continui a non fare la ricevuta), aumentando le divisioni sociali (manca la patrimoniale, che non è chic e non si porta bene in società).

Se è così, vuol dire che non si è capito assolutamente nulla dell’origine di questa crisi, e si sta curando il malato di polmonite con dei getti d’acqua fredda (del resto, quando c’hai la polmonite non vai a fuoco? L’acqua fredda quindi sicuramente aiuterà).

Se il governo non vara in fretta una patrimoniale violenta, una di quelle che spacchi i denti agli evasori, una patrimoniale che esprima il monopolio della violenza che è costitutivo di uno Stato, l’anno prossimo sarà molto possibile che ci siano rivolte più o meno locali sul territorio della nazione, seguite dallo stato d’assedio, e infine dal default.

Non so come la sinistra sia riuscita a sostenere un governo che sta prendendo una sbandata drammatica. Ma temo che di questo se ne occuperanno i libri di storia.

Letture proibite

Se leggi un libro su un prato, vieni solo multato.

Molto peggio se tuo figlio si iscrive a Rifondazione Comunista, ne perdi l’affido.

Secondo me, qualcuno ha sciolto qualcosa negli acquedotti comunali di tutta Italia. O forse saranno le acque minerali? La pasta? Messaggi subliminali durante le partite di calcio della nazionale?