Archivi Blog

Fortuna che c’è Michael Moore

E’ virale sui social network la lettera di Michael Moore, quello sì un intellettuale impegnato, signora mia quanto è intelligente, su cosa fare ora che ha vinto Trump. Eh meno male che c’è questa gente qui, così fine, così elegante, anche, va detto, proprio nell’aspetto fisico.

Peccato i social network abbiano scarsa memoria, altrimenti si ricorderebbero di una analoga lettera (sempre impegnata, sempre intelligente) in cui Moore diceva, da fonti certissime, sicurissime e vicinissime a Trump, che Trump non voleva assolutamente vincere.

Se questi sono gli intellettuali, io sto con il saldatore del Michigan che ha perso il lavoro e vota Trump. Almeno, il saldatore è intellettualmente onesto.